person_outline



search

Letter from Lhasa, number 366. Il Delfino in Bicicletta

Letter from Lhasa, number 366.Il Delfino in Bicicletta

by Roberto Abraham Scaruffi

Mugnai, C.,Il Delfino in Bicicletta, Giunti Editore, Italy, 2014.

(Mugnai 2014).

Chiara Mugnai

Una ventenne che scrive di una ventenne. A cosa pensa una ragazza di venti anni? Pensa solo a quella cosa lì. Qui scrive di una lasciata dal ragazzo e che continua a pensarlo. Ah, la butta sul pudico. Ma, in sottofondo, sta solo quella cosa lì. Prima la aveva. Ora è restata senza perché il ragazzo si è stufato, stufato di lei, ed è dunque sparito, verosimilmente verso altri lidi.

La ragazza scriveva su un taccuino. Quasi pieno, lo ha lasciato in un bar, il bar che solitamente frequentava. Poi non s’è più vista. Il barista, un ragazzo, studente universitario come la ragazza, alla fine lo legge, incitato dal padrone del bar, un cugino, che non si era fatto tanti problemi e lo aveva leggiucchiato quasi subito irridendo, con lui, le parole che aveva scorso. Di qui inizia l’inseguimento per vedere di ritrovare la ragazza, se non altro per restituirle il suo scritto. Questo è quel che si dice. Ma v’è evidentemente dell’altro. Anche un ragazzo, ventenne, pensa solo a quella cosa lì, che poi la metaforizzi o meno. Riesce a trovarla, ed a farsi trovare, grazie ad un cervellotico serial letterario su youtube! Lei va al bar dove lui lavora e lui le dichiara, in apparenza ricambiato, il suo amore. ...No, è solo un sogno, un incubo. Con lei che si risveglia da un coma dopo che è caduta/gettata in una scarpata. Lei si era immaginata, in parte, del taccuino e di tutto il resto. Anzi, non solo un sogno, ma solo per aspetti secondari. Qualcosa era successo anche nella realtà. Il taccuino abbandonato esisteva. Pure altro. Mentre lei era in coma, il ragazzo del bar è transitato veramente da lì, dall’ospedale e da dove giaceva lei. Solo che lui, come rivela a lei, è gay. Lei gli è simpatica, ne è attratto spiritualmente, le è amico ma non pensa, con lei e con le ragazze, a quella cosa lì.

Tra luoghi comuni e cazzeggi giovanili, la narrazione procede piacevolmente. Anche piuttosto irrealistica direi. Le lunghe, continue, infinite discussioni sul senso delle cose non portano molto lontano un ragazzo ed una ragazza che, se si sentono reciprocamente attratti, lo son per altre cose, non perché un “confronto ideologico” si concluda con successo reciproco. Essì, perché subito subentra, per circostanze varie, un altro ragazzo che pensa a quella cosa lì ed è interessato a concludere con lei, con la ragazza ‘scrittrice’, pure studentessa in campo tecnico-scientifico, ed uscita dal coma.

Cristina, la protagonista del racconto, pensa anche lei solo a quella cosa lì. Ma fa parte della categoria che ne ha, nel contempo, timore. Di quelle che si fanno troppi problemi. O così fa sembrare. Di qui protratte discussioni per conquistarsi spiritualmente. Lo ripetiamo: non funziona così.

Il romanzo è di quelli a lieto fine, anche se non entra nei dettagli per cui, il lieto fine, lo fa solo intravedere. Le coincidenze, interconnessioni ed intrighi creati dall’autrice potete scoprirveli leggendolo. Non so se siano realistici. Valutazioni su ciò sono, infine, del tutto soggettive. Seppure, se un autrice li ha immaginati, magari pure vissuti, ben lo saranno.

Non mi interessa discutere se Chiara Mugnai sia una nuova e promettente autrice, o se solo per chissà quale circostanza o sua fortuna del momento abbia vinto un concorso letterario della casa editrice che poi la ha pubblicata. Mi è caduto l’occhio sui commenti più differenti, relativamente all’autrice, su come scrive.

Un editore ti pubblica ed ecco che sei, per definizione, autore riconosciuto. Ti pubblica uno scritto. Poi, inevitabilmente, di solito, te ne pubblicherà o ne pubblicherai probabilmente altri. Buon per lei. A noi non toglie nulla.

Mugnai, C.,Il Delfino in Bicicletta, Giunti Editore, Italy, 2014. 

Pin It
Atualizado em: Ter 10 Mar 2015

Deixe seu comentário
É preciso estar "logado".

Curtir no Facebook

Autores.com.br
Curitiba - PR

webmaster@number1.com.br

whatsapp  WhatsApp  (41) 99115-5222